Mirri Domenico - CALOSCI

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Mirri Domenico

Link > Autori

architetto che ha trascorso a Cortona la sua vita (1856-1939) intento alla costruzione di opere edili, perfezionando la sua professionalità nella impresa paterna "Fratelli  Mirri".
Dopo la morte del padre Paolo (1878) successe nella direzione dei lavori dell'impresa portando a termine i vari lavori in corso d'opera tra cui: l'ampliamento-rifacimento della
chiesa di Santa Margherita condotto sui disegni degli architetti Presenti, Falcini e Castellucci; i restauri della chiesa del Calcinaio ed delle tombe etrusche di Camucia e del Sodo sotto la sorveglianza dell'allora "Ufficio regionale per la conservazione dei monumenti della Toscana".
Di poi progettò e diresse i lavori per la costruzione del
nuovo Camposanto della Misericordia (1883), successivamente progettò e costruì l'Istituto dei Padri Redentoristi alle Contesse (1892), oltre numerose opere minori.
Della sua attività ha lasciato diverse memorie scritte, alcune anche edite quali: La trascrizione delle
Iscrizioni esistenti su tutte le campane del  comune e della diocesi di Cortona, con le relative date di fusione (1913); la Cronaca dei lavori edilizi della nuova chiesa di Santa Margherita (1916); una monografia sui lavori del Nuovo Cimitero della Misericordia (1917); I procedimenti costruttivi dell'architettura in Cortona (1923). Ha dato inoltre alle stampe un importante manoscritto Notizie sul semimario di Cortona (1923), che erano state raccolte dal fratello canonico decano don Giuseppe Mirri autore anche del manoscritto I Vescovi di  Cortona. Quest'ultima opera, che con la precedente costituisce un complesso storico unitario della vita culturale civile e religiosa cortonese, sarà data di poi alle stampe nel 1972 a cura dell'Accademia  Etrusca.
La passione e la ricerca per le cose cortonesi è tale che nei primi anni del novecento egli acquista fortuitamente nella bottega del rigattiere Abaco Ristori un manoscritto in quattro torni, che sarebbe andato quasi certamente sperso,
Annali Cortonesi di Bernardino Cecchetti che poi ricede alla pari alla Biblioteca cortonese, dove risulta classificato con i numeri dal 660 al 663. Il manoscritto, dal quale hanno attinto numerosi scrittori, tratta degli eventi cortonesi tra gli anni 1763 - 1810, nel periodo delle riforme leopoldine, della rivoluzione francese e dell'epopea napoleonica. Nel 2011 finalmente è stato stampato a cura del nipote  Ing. Edoardo Mori.
Quanto ha dato alle stampe Domenico Mirri è da tempo esauri
to, però nel 1989, a cura dell'Accademia Etrusca è stata ristampata la Cronaca dei lavori edilizi della nuova chiesa di Santa Margherita con i ritrovati disegni originali dell'architetto Giovanni Presenti, giacenti nella nostra Biblioteca. Inoltre da Calosci è stato ristampato il libro: I procedimenti costruttivi dell'architettura in Cortona dall'origine della città ai nostri tempi.Un'edizione ancora di particolare attualità descrittiva oltre ad essere una singolare storiografia dei metodi di costruire a Cortona.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu