Mecenate, il ministro d'Augusto - CALOSCI

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Mecenate, il ministro d'Augusto

Link > Personaggi illustri, Arezzo e i suoi Grandi

Dalla prefazione dell'autore

Il presente volumetto è nato dalla intima curiosità di conoscere meglio la figura di Mecenate. In genere, le grandi opere di sintesi storica dedicano pochissima attenzione al personaggio; spesso, viene semplicemente citato come compagno di Augusto e grande protettore delle lettere.
La letteratura specialistica è, invece, abbastanza abbondante, e, soprattutto negli ultimi anni, ha avuto una crescita esponenziale. A fronte di questa vasta opera di ricerca, eminentemente rivolta alla produzione letteraria di Mecenate, l'autore del presente lavoro, ha potuto evidenziare alcune lacune nella attuale situazione degli studi, soprattutto per quello che concerne la formazione filosofica di Mecenate, la sua vasta azione politica e la sua reale importanza di letterato.
Una insoddisfazione che l'autore ha cercato di colmare con questo volume, che, se pur piccolo di mole, è costato una rilevante fatica, spesa soprattutto nella ricerca bibliografica e nel successivo tentativo di ricostruire l'ambiente filosofico e culturale specifico che si era andato formando in Roma e in Italia, in quel particolare momento che precedette la riforma culturale augustea.
Ne è venuto fuori un volume che, per rapidi capitoli, tenta di ricostruire in modo chiaro e solido un
portrait di Mecenate, lontano da alcune fumose ricostruzioni psicologistiche in voga negli ultimi anni.
L'Introduzione ricorda al lettore, per sommi capi, la storia generale del I secolo a. C., cornice indispensabile per situare, e ben capire, la figura di Mecenate. Il capitolo l, traccia una necessaria sintesi degli studi, ricordando solamente le principali opere biografiche di insieme. Il capitolo II analizza più dettagliatamente le vicende storiche connesse alla vita
all'opera di Mecenate. Il capitolo III tratta dei difficili problemi connessi alle origini di Mecenate, che non sappiamo se sia nato in Arezzo, a Roma o altrove. Il capitolo IV illustra sinteticamente quanto sappiamo della sua vita.
Con il capitolo V inizia una seconda parte, dove vengono presi in considerazione alcuni importanti aspetti particolari della azione del nostro. Il capitolo V prende in esame la difficile questione dell'epicureismo, nelle forme che sviluppò in Roma e che, a sua volta, ebbe nel periodo che ci interessa: se ne tratta diffusamente, soprattutto cercando di evidenziare quegli elementi che troviamo attivi nella vita, nel pensiero e nella azione di Mecenate.



Clicca nel carrello per acquistarlo

Mecemate, il ministro d'Augusto

15,00 € Aggiungi
 
Torna ai contenuti | Torna al menu