Il labirinto di Chiusi - CALOSCI

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Il labirinto di Chiusi

Link > ARCHEOLOGIA, STORIA, TURISMO, ARTE

Questo è un libro/guida che vuole offrire una conoscenza accessibile e nel contempo abbastanza approfondita del complicato sistema sotterraneo della città di Chiusi, che è un vero e proprio labirinto sia per le sue intricate vicende storiche e leggendarie, sia per i suoi misteriosi aspetti topografici.
La descrizione è frutto di anni di ricerche e di esplorazionisotterranee, iniziate nel lontano 1961 con il Gruppo Speleologico Urri di Sarteano quando, animatidall'esuberanza giovanile e dallo spirito di avventura, era "...bello seguire la fioca luce per rubare sogni alle tenebre...". Erano anni in cui alla scarsità di mezzi si suppliva con l'entusiasmo, la buona volontà e l'impegno, conseguendo risultati determinanti e precorrendo l'odierna speleologia delle cavità artificiali, le avventurose incursioni sub e la raccolta di dati topografici.
Le ricerche proseguirono, in forma sempre più consapevole ed organizzata, con l'Assocoazione Speleologica Senese fino agli anni '80 e in seguito con il Gruppo Archeologico città di Chiusi.
È merito degli enti pubblici e privati (Soprintendenza, Comune, Banca Val di  Chiana) se l'allestimento dei percorsi visitabili è un fatto acquisito ed è possibile ammirare dal vivo i due complessi più significativi del sistema labirintico:
-  I sotterranei dell'orto vescovile ora collegati al cunicolo della cisterna sotto  la torre campanaria del duomo, con percorso suggestivo ricco di tutte le tipologie  di pozzi, deviazioni incroci che, partendo dal museo della cattedrale, discende alle  antiche mura, penetra al di sotto di esse, si addentra nel percorso, giunge alla mo numentale cisterna etrusco-romana per poi risalire alla sommità della torre me con un'emblematica metamorfosi dalle tenebre alla luce.
-  I sotterranei di via Petrarca, i cunicoli delle cantine Bonci Casuccini, il pozzo "comune" sovrastante il "laghetto sotterraneo" del "bottino" di Fonte- branda, ora tutti collegati tra loro a formare un settore del museo sotterraneo epi grafico della città di Chiusi, con l'esposizione di centinaia di urne cinerarie e un  percorso finale che giunge fino al bordo dello spettacolare pozzo, ora visibile sia dall'alto che da metà parete attraverso un balcone dal quale si ammira la singolare  struttura architettonica della volta e il fondo che si specchia nel limpido laghetto, quasi un "cielo a rovescio", dove il cadenzato stillicidio, con la sua scansione onirica, trasporta la fantasia del visitatore in una dimensione senza tempo.
Ma è innegabile che il merito decisivo va all'iniziativa, all'impegno e all'entusiasmo dei gruppi che per anni hanno effettuato ricerche e scavi; a tutti quegli amici, vecchi e nuovi, con i quali sono stati condivisi rischi, ansie, fatiche e sudori, ma anche momenti magici ed indimenticabili: attimi fuggenti, ma che lasciano il segno.


Clicca nel carrello per acquistarlo

Il labirinto di Chiusi

18,00 € Aggiungi
 
Torna ai contenuti | Torna al menu