Federici Mario - CALOSCI

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Federici Mario

Link > Autori

È un magistrato collocato in pensione dopo 40 anni di servizio durante i quali ha sempre esercitato funzioni giurisdizionali sia in materia penale che civile. Il suo problema è sempre stato quello dell’efficienza della Giustizia: fare Giustizia in tempo reale come lui lo definisce.
    Ha sempre lavorato in Uffici piccoli dove poteva organizzarsi da solo: Pretura mandamentale fino a quando questo Ufficio non è stato soppresso; sezioni distaccate poi: prima di Pretura e da ultimo di Tribunale. In tutto il territorio del circondario di Arezzo è stato conosciuto come il PRETORE tanto che ad un certo punto lo chiamavano il "Pretore delle tre vallate": Valdichiana, Valtiberina e Valdarno. Lui dice che lavorare negli Uffici Piccoli è esaltante perché permette di tenere presente il tutto e di guardare le cose in prospettiva dal basso verso l’alto.  Cita in proposito il Machiavelli di cui è un grande ammiratore.
  Ha avuto esperienze e formazione  diverse perché prima di fare il Magistrato è stato per circa 13 anni Ufficiale dell’Esercito fino al grado di capitano con incarichi anche di rilievo presso il Ministero della Difesa.
   Si considera un esperto in tema di efficienza della Giustizia, funzione che lui considera come il Potere di controllo del POPOLO.  L’efficienza dello Stato e della Giustizia in particolare è sempre stato l’argomento dei suoi scritti:
"Manuale di udienza" edito nel 2004  dalla CEDAM di Padova specificamente dedicato alla efficienza della Giustizia;
"Il Testamento del Giudice" edito nel 2006 da Calosci di Cortona: una raccomandazione rivolta al Popolo in difesa della funzione giudiziaria, il Potere di Controllo;
"Politica e Giustizia" del 2012  Edizioni Tiphis di Cortona.  Una  edizione riveduta ed ampliata de "Il  Testamento del  Giudice".






 
Torna ai contenuti | Torna al menu