Conti Gaetano - CALOSCI

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Conti Gaetano

Link > Autori

è stato innanzi tutto medico chirurgo, ma anche fine umanista, uomo di cultura, cittadino civicamente impegnato nell'amministrazione della cosa pubblica, europeista convinto, rotariano esemplare; per oltre quarant' anni (dal 1939 fino alla morte, avvenuta nel 1983) primario chirurgo nell' Ospedale civile di Bibbiena, e, dall' anno della fondazione (1949) membro e poi Vice presidente della Società Dantesca Casentinese Pro Cultura.
Questa sua «varia umanità» nata da una assidua  frequentazione dei classici ma anche dalla «carità del natio loco» (la forte terra d'Abruzzo, con il nume indigete Gabriele), e, nella odierna fattispecie, nutrita dal continuo commercio con la popolazione e la terra casentinese portò Gaetano Conti, in due successive tappe, a condensare in due libri i materiali folklorici attentamente raccolti; Detti, motti e proverbi del vecchio Casentino, Calosci 1974; e Vecchio Casentino, Calosci 1975, ambedue con presentazione del suo caro amico Bruno Migliorini, adesso introvabili.
La sua terza pubblicazione, Antica saggezza aretina è uscita nel 1993, sempre con l'editore Calosci, dopo la sua morte, per volontà della famiglia e sotto la cura di suor Bernardetta Giordano.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu