Compendio storico-tecnico delle Ferrovie Italiane - Vol. 1° - CALOSCI

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Compendio storico-tecnico delle Ferrovie Italiane - Vol. 1°

Link > Trasporti Pubblici

Questa tanto interessante e notevole opera di Edoardo Altara, da sempre cultore alle ferrovie, ci presenta un compendio molto dettagliato circa la nascita e lo sviluppo delle ferrovie nel mondo e poi in Italia dalle origini ai nostri giorni. Si tratta di un lavoro appassionato e meticoloso dato che un po’ dappertutto troviamo notizie e immagini non solo inedite ma anche di difficile reperimento come ad esempio la dislocazione sulla rete FS delle piattaforme per girare le locomotive a vapore ordinate secondo la misura dei diametri. Altrettanto per le fotografie che accanto ad alcune immagini più o meno note ce ne offrono - e sono la grande maggioranza - tante altre inedite.
In più l’Autore non si è limitato alla rete FS ed alle precedenti Società ferroviarie dalla cui fusione nel 1905 è nata la grande rete statale, ma ha pure descritto con la consueta precisione tutte le ferrovie concesse esaminate in massima parte negli anni Trenta del secolo scorso e cioè nel periodo più fecondo del loro funzionamento, quando ancora non avevano rivali nel trasporto di persone e merci. E comunque, anche se qualche linea era stata chiusa prima o ancora non costruita, le stesse trovano ugualmente posto nella trattazione con immagini moderne ed attuali per alcune tuttora in attività. Sono tutte elencate per regioni, quindi qualsiasi ricerca è estremamente agevole.
Ma non è finita qui. Sono anche illustrate le ferrovie coloniali, la situazione dei depositi locomotive, l’evoluzione storico-amministrativa delle linee FS regione per regione illustrate pure da piantine, le date di apertura e chiusura delle ferrovie FS, arricchite dall’analogo elenco temporale per raddoppi e varianti.
Nel secondo volume, che uscirà nel febbraio 2013, viene aggiunta la ricca trattazione del materiale rotabile di trazione e rimorchiato a cominciare dalle locomotive a  vapore, indi dall’elettrificazione trifase ed a corrente continua, poi dalle automotrici Diesel ed analoghe locomotive da treno e da manovra, per concludersi infine con le carrozze, le vetture postali, i bagagliai, i carri merci.
Un’opera così completa e dettagliata nonché ricca di immagini, che  fa davvero onore all’Autore per l’impegno che vi ha profuso, sarebbe risultata poco maneggevole se pubblicata in un solo volume per cui è stato deciso di realizzarne due destinando al secondo l’intero tema del materiale rotabile distinto in quattro capitoli riguardanti rispettivamente i  tre sistemi di trazione ed il materiale rimorchiato.

                                                                                

 
Torna ai contenuti | Torna al menu