La torbiera di Torre del Lago - CALOSCI

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

La torbiera di Torre del Lago

Link > Trasporti Pubblici

Il primo conflitto mondiale, ponendo l'Italia sotto l'assillo di impellenti necessità energetiche, stimolò la valorizzazione e lo sfruttamento al massimo grado delle risorse naturali d'energia nazionali. Si studiarono e si realizzarono quindi installazioni industriali di nuovo genere per l'utilizzazione razionale dei nostri combustibili fossili; tra esse la grande centrale termica di Torre del Lago presso Viareggio, che avrebbe utilizzato la torba del giacimento di Massaciuccoli per produrre energia elettrica, nonché solfato ammonico e catrame. La grande centrale termoelettrica di Torre del Lago cominciò a fornire nel febbraio 1925 parte dell'energia necessaria per la trazione elettrica della linea ferroviaria Genova-Livorno, allora in corso di elettrificazione con il sistema trifase; ma, essendo da subito risultata fortemente antieconomica, la centrale stessa fu rapidamente fermata. Capitoli fondamentali della presente pubblicazione sono, ovviamente, quelli concernenti l'estrazione della torba, la centrale termoelettrica di Torre del Lago e la collegata sottostazione di trasformazione elettrica delle Ferrovie dello Stato, nonché l'elettrificazione della linea Genova - Livorno. Si sono aggiunti, quindi, due capitoli concernenti rispettivamente la Tranvia Elettrica Litoranea di Viareggio, struttura che svolgeva anche servizio urbano nella città, e la tranvia a vapore Camaiore - Viareggio. Per quanto concerne l'aspetto iconografico della pubblicazione, si è concesso spazio a planimetrie d'epoca di impianti ferroviari, di stabilimenti industriali e di infrastrutture della navigazione interna a essi collegate. Il libro è arricchito da appropriata documentazione fotografica, parte inedita, e da disegni di mezzi di trazione ferroviari e tranviari, nonché dei tipi di filobus che avrebbero dovuto sostituire le tranvie elettriche di Viareggio. è composto da 224 pagine con rilegatura cartonata.

                                                                                     


 
Torna ai contenuti | Torna al menu