Il tramway di Sesto - CALOSCI

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Il tramway di Sesto

Link > Trasporti Pubblici

Duecentocinquanta pagine che raccontano la storia del "tramway" di Sesto Fiorentino tra leggenda e fatti realmente accaduti, attraverso l'esame di dati, luoghi e spaccati di vita, di società, di storia, di economia sestese. Il libro permette al lettore di "salire" sul tramway di un tempo e di osservare da un punto di vista privilegiato lo sviluppo di Sesto Fiorentino fra la seconda metà dell'Ottocento e il primo Novecento. Ed ecco allora le testimoneanze di vite vissute sul tramway e condizionate dal tramway; i racconti di chi ne ha fatto la propria ragione di vita (i tramvieri), di guadagno (i gestori), di opportunità (gli utenti); le ragioni che hanno portato alla decisione inesorabile della disfatta di una così importante realtà urbana, sociale ed economica. Dalle diligenze e dall'inaugurazione della strada ferrata "Maria Antonia" nel 1848 al tramway dell'Ottocento, ippotrainato; da questo al "moderno" tramvai elettrico, fino alla sua sostituzione con l'autobus, in sintonia con l'attuale sistema stradale che permette solo il trasporto su gomma; dalla memoria del passato al desiderio di ripartire, ma questa volta col tram! Questo è descritto da Sergio Gianclaudio Cerreti ne "Il Tramway di Sesto": un tuffo nel passato, la storia dell'esistenza di quello che fu un "mezzo di progresso" e che sarebbe oggi più attuale che mai, indispensabile più di ieri, consentendoci di utilizzare al meglio il nostro tempo e di migliorare la qualità della nostra vita.

                                  


 
Torna ai contenuti | Torna al menu